domenica 25 gennaio 2015

4 cose da sapere quando si preparano le vellutate…


Buona Domenica dear friends, come sta andando questa giornata? Vi state riposando?
Io l’ho passata di nuovo in cucina per poter sfornare un’altra delle mie ricettine…ma di questo ve ne parlerò un altro giorno!

Oggi voglio affrontare il tema vellutate. Che ne dite?




Si sa, è il piatto must dell’inverno sia perché sono buone e perché, come dice mia nonna, ci riscaldano. Inoltre, la vellutata è un piatto con cui possiamo sbizzarrire la nostra fantasia (basti pensare agli ingredienti che possiamo aggiungere come lenticchie, cavolfiore, passata di pomodoro, carote, patate..) e molto semplice.

Ma come tutte le cose facili, hanno le proprie insidie. Per questo motivo che ho deciso di condividere con voi le quattro fasi da non, assolutamente, saltare se si vuole ottenere una vellutata DOC.

1. Ricordiamoci sempre di tagliare a pezzi piccole le verdure. In questo modo cuoceranno prima e ci risulterà più semplice frullarla al momento opportuno.

2. Se abbiamo deciso di frullarla con il frullatore ad immersione, ricordiamoci di azionarlo a fuoco spento. Una volta terminata l’operazione, riscaldiamo il tutto perché la vellutata va servita calda!

3. Se risulta troppo densa, possiamo aggiungere del brodo, latte o acqua.

4. Non dimentichiamoci di servirla con dei crostini. Basta del pane raffermo tagliato a dadini e passato in una padella con una noce di burro*.

Ecco qua, l’ABC e D delle vellutate…ora non possiamo più sbagliare! ;)

*Se posso darvi un consiglio, i crostini sono molto più buoni se tostati con olio d’oliva.

Federica xoxo

(pic from web)

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...