martedì 9 febbraio 2016

LA RICETTA DELLE CASTAGNOLE PERCHE’ TANTO LA PROVA COSTUME E’ ANCORA LONTANA.



Buongiorno & Buon Carnevale!
Quale maschera avete scelto di indossare quest’anno?

Io, forse per la prima volta, cerco di essere me stessa. Lasciando da parte tutti i “miti” precostituiti dagli altri. Lasciando stare tutte le opinioni degli altri. Sarò me stessa. Forse, come non ho mai fatto in passato. O meglio dire, come mai non creduto di poter fare in passato.


Tutti prima poi, purtroppo, cadiamo nel cliché. Nella zona scontata, dove l’erba del vicino sembra sempre più verde. Dove tutto addosso agli altri sembra più luccicoso e splendente! In alcuni aspetti della mia vita, in passato, ho vissuto in questa zona. E ora, vedo come una delle mie amiche lo stia vivendo. Ma tu, da fuori, cosa puoi fare? Lei che è così permalosa, tanto da diventar un po’ “acidella” ed essere str**** … cosa puoi fare? 

A parte questi aspetti strambi della mia vita; su cui si può costruire benissimo una commedia teatrale… parliamo di Carnevale in senso Food. Cibo =dolci e frittura! Le parole d’ordine per questa giornata!

Da due Domeniche a questa parte, mamma ogni mattina è alle prese con l’olio d’arachide. Prima gli Strufoli, poi le Frappe. Prepariamo due frittelle alla mela, ma che dopo due all’uvetta non le fai? Tanto Giugno è ancora lontano. La prova costume è ancora lontana, vero? No perché, pure io mi sono messa a friggere questo week-end!!

Fra i vari dolcetti, a me e a mamma, ci mancava di provare le Castagnole alla ricotta (variazione di quelle classiche).

Come posso presentarvi al meglio questi bocconcini?
Credo che non abbiano bisogno di tante parole.

Morbide dentro e dorate fuori!! Al primo morso, si riesce a sentire lo zucchero sciogliersi in bocca e il delicato aroma di limone. Con queste bontà, fidatevi, troverete la strada per il paradiso!




Castagnole alla ricotta

Per 10 persone

Per le castagnole: 600 g di farina 00 – 6 uova – 150 g di zucchero semolato – sale – 60 g di burro –scorza gratuggiata di due limoni – una tazzina di rum – una tazzina di latte – 280 g di ricotta (scolata dalla notte precedente) – 10 g di lievito  Per completare: zucchero semolato

Per preparare queste Castagnole; occorre semplicemente una ciotola dove mescoleremo tutti gli ingredienti, con l’aiuto delle fruste elettriche prima e delle mani, successivamente.
( Io ho seguito questi semplici passaggi: montare le uova con lo zucchero, aggiungere burro ammorbidito a pezzetti e aromi come; buccia di limone e rum. Unire la ricotta; incorporare in due momenti la farina e il lievito, alternando con la tazzina di latte.)
Impastare bene, aggiungendo una nuova spolverata di farina. A questo punto, preleviamo 10 g di impasto alla volta e formiamo le nostre Castagnole. Cuociamole in olio bollente di arachide, finché non diventino dorate e facciamole rotolare nello zucchero semolato.

Ora non manca che servirle…
Note:
*Cari amici e amiche, mentre seguite i vari passaggi, ricordatevi di velocizzare i tempi. Infatti l’impasto non dovrà essere lavorato a lungo e stressato.
*La ricotta deve essere ben asciutta. Per questo motivo consiglio di lasciarla a scolare tutta la notte (sempre in frigo, naturalmente).
*Il terzo ed ultimo consiglio è quello di mangiarle il giorno stesso della preparazione. Il giorno dopo è probabile che perdano la loro morbidezza.

…ed assaggiarle!




Buon Martedì Grasso a tutti!



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...