sabato 23 aprile 2016

LA RICETTA DEI DONUTS E LA RICERCA DELLA PROPRIA FELICITA’



E’ stata proprio questa settimana, che io e la mia compagna di banco abbiamo iniziato ad interrogarci sulla Felicità.
Ci siamo chieste cosa è la Felicità? E’ uno stato d’animo perenne insignita in pochi uomini o è una semplice emozione che arriva, nel momento più inopportuno, portando brividi con se? Si può afferrare? Si può raggiungere?


Ecco le mie considerazioni su questo tema:
La felicità è uno stato d’animo che solo pochi riescono a tirar fuori. Perché? Bisogna essere coraggiosi. Nell’esternarla e nel pretendercela. Ora mi spiego meglio. Io ho sempre perplessità quando mi sta capitando qualcosa di bello nella vita. Talmente tanti dubbi e domande, che perdo i cosi detti “treni”, per poter vivere ogni esperienza a pieno. Per questo motivo dico, che la felicità è per i coraggiosi. Dobbiamo pretendercela?! Sì, ogni tanto dobbiamo essere egoisti anche in questo. Anche se, è sempre bene ricordare, che le soddisfazioni e la felicità non si possono comprare. Ahimè. Purtroppo, no. Sennò, immaginerei già la fila a chiedere: “2 etti di felicita, per favore!”. Fra quelle persone ci sarei anche io, naturalmente.

E poi dovremmo sempre, e ripeto SEMPRE, ricordare che per arrivare alla nostra agognata fetta di paradiso; non dobbiamo mai usare gli altri. Mai.
Escludendo tutte queste cose, sì ora possiamo pretendercela!

Scrivendo di questo argomento, mi viene in mente cosa mi ha detto una mia cara amica; in un pomeriggio di Aprile mentre stavamo comodamente prendendo il sole. Mi disse: “Fede, io me la vado a cercare la mia felicità. Dopo tutto quello che ho passato, ho capito che voglio essere felice. Sempre e comunque. E così, anche a costo di sembrare pazza, io rido e scherzo e mi meraviglio per ogni singola cosa, fatto o piccola emozione. Dobbiamo noi, in partenza, essere sereni e in pace. Che se sei giù di morale cosa vuoi che succeda; che il mondo si fermi per te?!”

Non posso altro che confermare la saggezza che ha questa ragazza. In tutto. E così, come mi piace dire spesso, vi ripeto che quando siamo tristi dobbiamo uscire, ridere fino alle lacrime, fare le pazze per le vie della città, vestirsi colorate…perché dopotutto è Primavera!
Una frase stupida. Ma altrettanto vera.

Ah, un ultima cosa. Volete sapere a quale conclusione siamo arrivate, io e la mia compagna di classe? Felicità è Mangiare. Non per nulla facciamo l’Alberghiero.



Donuts con glassa al cioccolato

{L’importante di questa preparazione è seguire bene i passaggi, ma soprattutto i tempi di lievitazione. Per rendere ogni ciambellina un po’ speciale scatenate la fantasia nelle vostre decorazioni. Colazione, fine pasto o merenda, in famiglia o mentre si torna a casa… un donuts ci sta sempre bene!}

Per 16 persone

Per le ciambelline: 7 g di lievito di birra in polvere – 30 ml di acqua tiepida – 175 ml di latte tiepido – 40 g di burro fuso – un uovo – 80 g di zucchero – sale – 370 g di farina 00 – olio di arachide  Per la glassa al cioccolato: 37 g di burro a temperatura ambiente – 110 g di zucchero a velo – 40 ml di acqua calda – 100 g di cioccolato fondente  Per completare: confettini colorati – scaglie di cioccolato bianco

Per preparare le nostre ciambelline, dobbiamo far sciogliere il lievito in acqua tiepida; successivamente aggiungiamo il latte (anche esso tiepido), il burro fuso, l’uovo e lo zucchero. Mescoliamo bene e facciamo sciogliere tutti gli ingredienti. Una volta ottenuto un composto liscio ed omogeneo, incorporiamo a poco a poco la farina. A primo mescoliamo con l’aiuto di un cucchiaio; successivamente impastiamo con le mani. Se occorre, versiamo ancora un po’ di farina fino a far diventare il composto simile a una palla. Lasciamo l’impasto nel recipiente e lasciamo lievitare in un luogo caldo, per almeno un ora. Trascorso il periodo, stendiamo la pasta e con due coppapasta, di dimensione diverse, formiamo le nostre ciambelle. Successivamente, riponiamole in un vassoio ricoperto con carta da forno( in un luogo caldo) e facciamo lievitare per altri 45 minuti. Ora, cuociamo le nostre ciambelline in abbondante olio d’arachide. Immergiamo ogni donuts con il proprio pezzetto di carta da forno. Una volta immersa, la carta, si staccherà da sola. Dopo essere cotti, possiamo pensare alla glassa. In una piccola boule uniamo il burro ammorbidito con lo zucchero a velo, quindi aggiungiamo pure l’acqua calda. Continuiamo a mescolare fino ad ottenere un composto uniforme e liscio. Per ultimo aggiungiamo il cioccolato; che precedentemente abbiamo fatto sciogliere a bagnomaria. Dopo avere pronta anche la nostra glassa al cioccolato, possiamo ricoprire un lato di ogni donuts. Infine, cospargiamo la superficie con confettini colorati o scaglie di cioccolato bianco.


 Una ricetta che ci vuole molto più a leggerla che a farla, effettivamente.

Sicuramente è una preparazione che è in grado di donare sorrisi a grandi e piccini. Un mio consiglio? Preparatela un grigio pomeriggio, quando vi sentite stanchi e un po’ giù di morale. Aiuta!


Infine, mi piacerebbe sapere…. La vostra felicità qual è?!
La mia (oltre a il buon cibo) è raccontare a voi i miei pasticci quotidiani e i miei dubbi “esistenziali”.


Un dolce week-end di sorrisi, baci, carezze e semplici attimi di felicità!




2 commenti:

  1. Bellissimi e buonissimi...questi sì che danno la felicità! Complimenti per la ricetta!
    unospicchiodimelone!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Irene! :) Mi fa molto piacere che li apprezzi.
      Un bacio.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...