mercoledì 30 novembre 2016

Cooking with me. La ricetta della pasta all'uovo



Eccomi ritornata con la nuova rubrica Cooking with me. Dopo avervi illustrati tutti i trucchi per avere un pan di spagna di effetto, sofficissimo e buonissimo, passo a una ricetta salata che noi italiani non possiamo non amare e saper fare. Sto parlando della pasta fresca, fatta in casa. Sembra una preparazione difficilissima, invece no, bisogna avere solo ottimi ingredienti e fantasia nel realizzare i formati di pasta che più ci piacciono. Ed oggi vi svelo i miei segreti di questo impasto, quelli che mi sono stati tramandati durante gli anni della formazione. Dalla scuola alberghiera ora arrivano direttamente a voi… e mi raccomando, non fatene parola con nessuno. ;)


Pasta fresca all’uovo

{La pasta fresca all’uovo, come vi dicevo sopra, è una preparazione che non si può non saper fare. Semplice, ma perfetta per le festeggiare le giornata domenicali insieme alla famiglia e un buon bicchiere di vino rosso. Perfetto per l’inverno con un ragù classico, con funghi trifolato, in versione amatriciana o carbonara. Insomma, con questa preparazione non si può non rispolverare i grandi classici della tradizione italiana. Servono solo pochi e semplici ingredienti, ma che siano di qualità, perché si sa la vera differenza le fanno le uova biologiche allevate in terra. Oggi vi lascio la mia versione, che prevede olio extravergine di oliva, un pizzico di sale e poca acqua tiepida, se occorre. Con l’impasto ottenuto potete ricavare delle ottime tagliatelle (come ho fatto io), pappardelle, tortellini, ravioli, lasagne, maltagliati o dei quadrucci da tuffare in un buon brodo di pollo. Se amate la croccantezza, e volete dare una nota in più al vostro piatto, io vi consiglio di sostituire ¼ di  farina con della semola di grano duro. E sempre con essa, spolverizzare la pasta al momento della stesura.  Mia nonna mi ha imparato usare il mattarello, la scuola ha velocizzare i tempi. E così oggi impasto con le mani, che è un piacere al quale non posso resistere, ma mi faccio aiutare da una buona macchina per stendere la “sfoglia”. Voi fate come più preferite e secondo i tempi che avete a disposizioni. Grazie ad essi, infatti potete lasciare riposare la vostra pasta 10 minuti, se andate di fretta, o 30 minuti circa se avete seguito il mio consiglio: cioè quello di dedicarvi a lei la domenica insieme a tutta la famiglia. P.S. Per ogni 100 g di farina, io uso un uovo. P.P.S Visto che ha a casa ne mangiamo tanta, di pasta, io utilizzo come metro di paragone massimo 100 g di impasto per persona. Voi regolatevi in base alle vostre abitudini. }


400 g di farina 00 – 4 uova – olio extravergine di oliva – sale – acqua (solo se occorre)

In una boule capiente, per prima cosa, versiamo la farina e creiamo un piccola avvallamento in centro (fontana, comunemente denominata), dove andremo depositare le uova intere. Aggiungiamo un pizzico di sale, qualche goccia di olio extravergine di oliva e iniziamo ad impastare. A questo punto, se occorre, versiamo qualche goccia di acqua, per poter amalgamare tutto al meglio e poter ottenere un composto morbido, omogeneo e che non si appicci alle dita. Fatto ciò, avvolgiamo in una pellicola la nostra palla, e lasciamo riposare in frigorifero per almeno 30 minuti. Trascorso il tempo, riprendiamo l’impasto, e in un piano di lavoro infarinato procediamo alla sua stesura. Con mattarello e olio di gomito, oppure possiamo dividere il composto in tanti piccoli pezzi e stenderli con l’apposita macchina stendipasta. Dopo aver steso la pasta, possiamo dare forma alla nostra creatività e creare tutto ciò che più ci piaccia!

Note:
-Una volta data la forma desiderata, potete benissimo scegliere di congelarla e utilizzarla entro un mese.
-Mentre se volete gustarvela immediatamente, la cottura ideale è in abbondante acqua salata. La pasta fresca ha una cottura molto più breve di una solita pasta confezionata. La pasta è cotta quando lentamente viene a galla.
-Infine, nell’acqua di cottura, prima di calare la pasta, possiamo aggiungere un filo d’olio in modo che la pasta non rimanga incollata insieme.

E con tutti questi trucchi, voglio vedervi prepararvi la pasta all’uovo più buona che ci sia.

Un bacio.




Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...