sabato 17 dicembre 2016

The christmas guide {la torta delle feste}



“Ogni festa dovrebbe avere la sua torta. 
 E il natale non dovrebbe essere da meno.”
-8 giorni.


E così nuove 24 ore sono passate. Nuove arrabbiature, nuovi sorrisi, nuovi fazzoletti sprecati per porre rimedio a questo naso che pizzica. Ahimè, ho preso l’influenza; Babbo Natale mi ha fatto un vero e proprio regalo quest’anno. Ma questo non mi permette di non fare le mie passeggiate immerse nella natura, strizzare gli occhi al sole tiepido di mezzogiorno, fare serata con le amiche e portare nuovi post online. Anzi, tutto questo mal di gola e naso rosso non portano altro che la scusa di afre tutto quello che mi va, come  bere latte caldo in continuazione (3 tazze al giorno come minimo- mattina-pomeriggio e sera); di temporeggiare quella mezz’oretta in più la mattina nel letto caldo di sonno e cosa, più importante, la scusa di passare dalle ore 18 alle 20 circa davanti a un computer con la lista ben fornita di film di Netflix. In questi giorni non mi sto facendo mancare proprio nulla. Ma, stranamente, non me ne sento in colpa; io che credo sempre che le disgrazie del mondo avvengano tutte per causa mia.

No. Questa volta no, sono serena e mi piace poter alternare questi momenti di attività con altri di noncuranza, di coperte, felponi e divano. Mi piacciono i pomeriggi davanti al camino, i messaggi whatsapp, il tutto prendersela con calma quando se ne ha voglia. Credo che questo debba essere uno stile di vita. Ho voglia di lavorare, bene lo faccio. Ho voglia di aprire un tapas bar, stupendo, coraggio! Ho voglia di pizza, impasto. Ho voglia di sushi. Ho voglia di scrivere, amare, lottare in ciò cui credo o, più semplicemente, ho voglia di mangiare.

Io questa mattina, ho voglia di poter raccontare della torta delle feste. E lo faccio. Mi metto da una parte e inizio a scrivere. La vita è troppo breve per potersi dedicare a cose futili che non ci danno alcuna soddisfazione. Ricordiamocelo. ;)

Mud cake natalizia

{Una torta ad effetto. Una torta che farà fare “WoW” ad ogni vostro ospite. Non semplice, ma soprattutto non veloce. Due giorni, prendetevi questi benedetti giorni di pausa, e sconfiggete ogni paura. Con canzoncine natalizie in sottofondo, con il vostro amico peloso tra le zampe, con la mano di una sorella, o in totale solitudine…ma facciamolo. Prendiamo il coraggio insieme agli ingredienti e ripetiamoci come un mantra “nothing is impossible” in questo momento e nella vita.}

Per il mud cake: 350 g di zucchero semolato -250 g di burro - 200 ml di latte intero fresco - 150 g di cioccolato fondente - 2 uova grandi - 225 g di farina 00 - mezza bustina di lievito per dolci - un cucchiaino di estratto naturale  di vaniglia – sale  Per la ganache montata al cioccolato: 200 ml di panna fresca – 200 g di cioccolato fondente   Per la crema al burro alla vaniglia: 250 g di burro morbido - 200 g di zucchero a velo - 10 ml di latte caldo  - un cucchiaino di estratto naturale di vaniglia - sale

Questa torta comporta tre preparazioni: la base (mud cake) – la farcitura (ganache montata al cioccolato) e la decorazione (crema al burro, che in questo caso aromatizziamo alla vaniglia). Procediamo per gradi e vedrete che diventerà tutto abbastanza semplice.

MUD CAKE: in una pentola mettiamo a sciogliere il burro con il cioccolato a pezzetti, lo zucchero e il latte. Facciamo sciogliere a fiamma bassa, senza far raggiungere il bollore. Facciamo raffreddare leggermente. Successivamente, versiamo il composto in una boule e aggiungiamo due uova, precedentemente sbattute con un pizzico di sale e l’estratto di vaniglia. Infine, incoporiamo la farina e il lievito con movimenti dall’alto verso il basso, senza lavorare troppo l’impasto. Trasferiamo il composto in due stampi da forno d 16 cm e facciamo cuocere in forno per circa 70 minuti a 180°. Dopo che ci siamo accertati, con la prova stecchino, che il nostro dolce sia cotto. Sformiamo le nostre torte e lasciamo riposare in frigo per tutta la notte. Passaggio importante, per far si che non si sbriciolino al momento del taglio.

GANACHE MONTATA AL CIOCCOLATO: Il mattino seguente, possiamo passare alla nostra ganache; portando a leggera  ebollizione la panna. A questo punto tuffiamoci i pezzetti di cioccolato e facciamo scioglierli. Lasciamo riposare anche essa nel frigorifero per 2 ore. Quando la ganache si è ben solidificata, montiamola bene con l’aiuto delle fruste elettriche.

CREMA AL BURRO ALLA VANIGLIA: Ultima preparazione, ultimo step.  In questo caso trsferiamo in una boule il burro morbido, lo zucchero a velo, l’aroma di vaniglia e il latte caldo. Lavoriamo il tutto con delle fruste fino ad otteneere un composto chiaro e spumoso.

MONTAGGIO: prendiamo le nostre basi ormai fredde e tagliamole a metà (possiamo decidere se fare quattro strati o fermarci a 3, io ho optato per l’ultima opzione). Farciamo ogni strato con la ganache e per ultimo, ricopriamo l’intero dolce con la crema al burro.  Decoriamo la superficie con biscotti di frolla, tronchetti di cannella, aghi di rosmarino e abbondante zucchero a velo e zucchero di canna o come la nostra fantasia ci suggerisce.

Buon appetito.
Buon Natale.



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...